Monitoraggio

Il monitoraggio degli interventi di rafforzamento della capacità amministrativa (OT11) e di attuazione dell’Agenda Digitale (OT2) dei PON e dei POR è uno dei compiti affidati al Comitato di Pilotaggio.

Il monitoraggio, che non ha alcuna finalità di carattere valutativo e che coprirà tutto il periodo di programmazione 2014-20, è articolato su due distinti e connessi orizzonti temporali:

  1. il breve termine (2015-16), con focus sulla programmazione attuativa delle attività (che potrà essere caratterizzata da revisioni e specificazioni di scelte anche rispetto a quanto originariamente scritto nei PO), sulle modalità con cui tale programmazione è stata definita e sulla rilevanza assunta dalla programmazione attuativa in termini di risorse, attori, ambiti e temi di capacità amministrativa;
  2. il medio-lungo termine (2017-2023), con focus sulle caratteristiche delle azioni avviate (contenuti, rispetto della programmazione esecutiva) e, progressivamente, sulla verifica dei progressi compiuti in termini di raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Il monitoraggio si basa inoltre sulla integrazione fra aspetti quantitativi e qualitativi, anche attraverso la collaborazione con IGRUE, per l'utilizzo dei dati del Sistema Nazionale di Monitoraggio e senza alcun ulteriore onere aggiuntivo per le amministrazioni.

Gli esiti del monitoraggio rappresentano una base informativa importante per il coordinamento e le azioni di supporto alla programmazione degli interventi di capacità amministrativa.

La prima fase del monitoraggio (2015-16) ha previsto la realizzazione di incontri territoriali, presso tutte le amministrazioni titolari di interventi OT11 OT2 (Agenda Digitale) volti a evidenziare, attraverso modalità informali e partecipate:

  • caratteristiche della programmazione attuativa e eventuali modifiche/specificazioni apportate alla programmazione originariamente oggetto dei PO
  • relazione tra la programmazione attuativa di OT11 e OT 2 e quella dei PO nel loro complesso
  • presenza e caratteristiche dell' integrazione fra OT 11 e OT 2 – Agenda digitale
  •  
  • criticità rilevate nell'avvio della programmazione attuativa, anche derivanti da deficit di capacità amministrativa
  • interesse per le ALC ), proposte di eventuali ambiti tematici, possibile utilizzo dei protocolli per la programmazione attuativa

In questa prima fase, il monitoraggio, supporterà la definizione di possibili azioni di facilitazione e supporto della programmazione attuativa, anche in termini di sviluppo di relazioni tra OT 11 ed OT 2 - Agenda digitale.

Per il primo monitoraggio, al fine di raggiungere gli obiettivi identificati, sono stati invitati a partecipare agli incontri i seguenti referenti amministrativi portatori di interessi:

  • AdG FSE e FESR (uniche del caso dei PON e dei POR plurifondo, e ricondotte in alcune Regioni alla medesima persona fisica)
  • responsabile del PRA (in diversi casi coincidente con l'AdG FSE, anche se originariamente ciò esplicitamente non consentito dalla CE)
  • responsabile Organizzazione e personale
  • responsabile Sistemi informativi/Agenda digitale
  • responsabile Prevenzione della corruzione e trasparenza
  • responsabile Politiche di inclusione sociale
  • responsabile Semplificazione
  • responsabile Progetti per la legalità (beni confiscati/Giustizia)
  • responsabile politiche verso gli enti locali (con particolare attenzione alla applicazione della riforma Del Rio (legge 56/2014).

Sono state coinvolte le seguenti amministrazioni: Regione Abruzzo, Regione Basilicata, Regione Campania, Regione Emilia Romagna, Regione Lazio, Regione Liguria, Regione Lombardia, Regione Puglia, Regione Piemonte, Regione Sardegna, Regione Siciliana, Regione Toscana, Regione Umbria, Regione Valle D’Aosta, Regione Veneto, Regione Friuli Venezia Giulia, nonché le Province Autonome di Trento e Bolzano, il Ministero dell’Interno, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali ed il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.

I rapporti di monitoraggio restituiranno gli esiti complessivi delle rilevazioni presso le amministrazioni titolari di PO.

Il primo rapporto di monitoraggio, relativo all’annualità 2015-2016, è ora disponibile e scaricabile dalla pagina "Monitoraggio sull'attuazione degli Obiettivi Tematici 11 e 2 nei POR e nei PON".

Rapporti di monitoraggio

Il Monitoraggio sull’attuazione degli Obiettivi Tematici 11 e 2 nei POR e nei PON - Rapporto 2016 presenta i risultati di un'analisi approfondita condotta sia su dati quantitativi relativi all’avanzamento fisico e finanziario degli interventi avviati a dicembre 2016, sia su dati qualitativi con focus sullo stato della programmazione attuativa, sugli attori coinvolti, sulle criticità riscontrate e sul livello di integrazione tra OT11 e OT2.

La redazione del Rapporto 2016 si basa sui dati IGRUE, nell’ambito del monitoraggio bimestrale della clausola di flessibilità dei fondi SIE, nonché sui dati presenti nella piattaforma MOSAICO dell’Agenzia per la Coesione Territoriale per l’appendice relativa al contributo di OT11 ai Piani di Rafforzamento Amministrativo. L’analisi qualitativa ha avuto come principale riferimento gli esiti di interviste collettive semi strutturate, realizzate attraverso incontri presso le amministrazioni titolari di PO con interventi OT11 e OT2, svolti tra settembre e novembre 2016 ed integrati con documentazione reperita o fornita dalla stesse amministrazioni.

Il Rapporto è un prodotto realizzato nell'ambito del monitoraggio degli interventi di rafforzamento della capacità amministrativa (OT11) e di attuazione dell’Agenda Digitale (OT2) dei PON e dei POR, affidato al Comitato di Pilotaggio.

Indice del Rapporto 2016
  • Executive summary
  • Introduzione
  • La programmazione finanziaria e l'avanzamento finanziario e fisico di OT11 e OT2
  • L’analisi qualitativa
  • Conclusioni
  • Glossario
  • Appendici

Il 30 novembre 2016 si è svolto il quarto incontro del Comitato di Pilotaggio OT11-OT2 (Agenda Digitale).

Nel corso dell'evento sono stati illustrati i primi risultati del monitoraggio 2015-16 degli interventi OT11-OT2 realizzato attraverso incontri territoriali, svolti tra settembre e novembre, con tutte le regioni e le amministrazioni centrali.

Il monitoraggio quali-quantitativo si è basato sull'analisi dei dati finanziari forniti dall'IGRUE nonché su interviste semi-strutturate alle amministrazioni interessate volte ad approfondire le caratteristiche della programmazione attuativa, il livello di integrazione dei due Obiettivi Tematici, eventuali criticità e fabbisogni di capacità amministrativa.

Una ampia panoramica è stata riservata allo stato di avanzamento sulle attività realizzate nell'ambito delle Aree di Lavoro Comune.