Competenze digitali per la PA, on line la consultazione pubblica del Syllabus

Pubblicato il
21 Novembre 2018
Syllabus Competenze digitali per la PA
Riferimento Progetto: 

Quali conoscenze digitali deve avere un dipendente pubblico italiano? Quale tipo di abilità sono richieste nell’utilizzare le nuove tecnologie e in che modo è possibile rafforzare le competenze acquisite nel tempo per migliorare il livello dei servizi? Le risposte le fornirà il Syllabus Competenze digitali per la PA, lo strumento promosso dal Dipartimento della funzione pubblica, che mira a descrivere il set minimo di conoscenze e skill comuni necessarie ai dipendenti per lavorare nella pubblica amministrazione e partecipare attivamente alla trasformazione digitale del settore.

Cinque le aree tematiche su cui intende focalizzarsi il testo che, nella redazione finale terrà conto degli esiti di una consultazione pubblica avviata il 24 ottobre per accogliere proposte e opinioni dei diretti interessati: gestione di dati e informazioni, sicurezza, servizi on line, comunicazione, conoscenza di tecnologie emergenti.

Condivisione e consenso verso lo strumento sono infatti le parole d’ordine alla base della strategia del Syllabus. Per migliorare i servizi, il rapporto con il cittadino e la qualità del proprio lavoro - si legge nel documento - si richiede a tutti i lavoratori pubblici la capacità di comprendere e adottare le nuove tecnologie a disposizione e i cambiamenti nei processi che comportano. Negli ultimi anni, però, non sempre i numerosi interventi messi in campo per diffondere una cultura digitale condivisa a tutti i livelli dell’amministrazione sono stati realizzati in modo sistematico, omogeneo e rispondenti all’evoluzione in atto.

Il Syllabus rappresenta il primo importante output del progetto Competenze Digitali per la PA, promosso dal Dfp nell’ambito del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 per favorire la trasformazione digitale della PA attraverso azioni volte a rafforzare e consolidare le competenze digitali trasversali di base dei dipendenti pubblici e a diffondere una visione comune sui temi della cittadinanza digitale, dell’eGovernment e dell’Open Government.

L’Italia è tra i primi paesi a dotarsi di un simile strumento. Partendo dall’impianto del framework europeo sulle competenze di cittadinanza digitale DigComp 2.1, il documento aggiunge in maniera innovativa quelle ritenute tipiche e specifiche della PA.

Obiettivo finale è fare in modo che tutti i dipendenti pubblici siano in grado di operare attivamente, in modo sicuro e consapevole all’interno di una pubblica amministrazione sempre più digitale; aiutarli a utilizzare in modo appropriato e nel rispetto della normativa gli strumenti digitali a disposizione nell’ambito dei propri processi di lavoro; metterli in condizione di comprendere rischi e vantaggi della gestione digitale di dati e informazioni così come delle molteplici forme di comunicazione e collaborazione disponibili negli ambienti digitali. Non si richiede, pertanto, ai dipendenti di conoscere in dettaglio il funzionamento concreto di alcuni processi e strumenti tecnologici alla stregua dei professionisti ICT, bensì di conoscere e saper utilizzare le tecnologie introdotte nelle amministrazioni, indipendentemente dal ruolo e dall’ufficio in cui lavorano.

E proprio per favorire un’ampia condivisione dei contenuti, il Syllabus è sottoposto a una consultazione pubblica on line. Dal 24 ottobre al 21 dicembre 2018 potranno esprimere opinioni e dare suggerimenti utili a migliorare il lavoro e renderlo più adeguato alle esigenze delle PA, tutti i dipendenti interessati a un’autoverifica delle proprie competenze, le amministrazioni coinvolte in attività di pianificazione di interventi formativi rivolti al proprio personale, i responsabili della formazione chiamati a definire corsi di apprendimento in linea con il Syllabus e strumentali a coprire i gap di competenze rilevati e tutti gli addetti ai lavori o gli interessati al tema delle competenze digitali e della formazione destinata ai dipendenti pubblici.

Inoltre, il progetto prevede la creazione di un catalogo di raccolta dei moduli formativi in e-learning, conformi al Syllabus e a un rigoroso set di criteri di qualità per l’erogazione della formazione a distanza, cui potranno accreditarsi più fornitori sia pubblici che privati.

I risultati rilevati dalla consultazione definiranno il testo definitivo del Syllabus Competenze digitali per la PA, con l’obiettivo di adottare un quadro condiviso delle competenze digitali di base e rilevare il fabbisogno di competenze digitali individuali e per amministrazione al fine di creare un’offerta formativa mirata.

Gli esiti della mappatura consentiranno inoltre alle PA di individuare i fabbisogni assunzionali oltre che attuare più efficaci politiche di gestione del personale.

Partecipa alla consultazione on line