Quale futuro per l’Europa? Le risposte dei cittadini nella Consultazione pubblica online della Commissione UE

Pubblicato il
14 Maggio 2018
Consultazione pubblica Unione Europea

Dodici domande per capire preoccupazioni, speranze e aspettative sul futuro dell’Europa e le sue istituzioni.

È partita il 9 maggio, Giornata dell’Europa, la consultazione pubblica della Commissione europea per conoscere in quale direzione dovrebbe andare l’Unione secondo i cittadini.

In vista del vertice speciale dell’UE a Sibiu in Romania e delle elezioni europee nel 2019, i capi di Stato hanno elaborato un’agenda su questioni urgenti e sfide per le quali è necessario trovare una soluzione. La novità? Coinvolgere nel progetto i diretti interessati.

Unica nel suo genere, la consultazione rappresenta dunque un esercizio di democrazia partecipativa, che pone i cittadini al centro del dibattito sul futuro dell’Europa. Per la prima volta infatti la Commissione ha convocato un gruppo di 96 cittadini provenienti dagli Stati membri, con l’incarico di redigerla. Il panel, selezionato in modo casuale, si è riunito il 5 e 6 maggio a Bruxelles dove, ospite del Comitato Economico e Sociale Europeo, ha elaborato le 12 domande.

Non una consultazione per redigere norme e regolamenti UE, bensì un sondaggio di opinione che, una volta trasmesso ai leader UE, li aiuterà a individuare le giuste priorità nei prossimi anni.

Le elezioni europee sono dietro l'angolo - ha dichiarato Il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker - è il momento di decidere come dovrà essere l'Unione europea. In ogni caso, dovrà essere un'Europa costruita dagli europei. Il sondaggio che lanciamo lo chiede infatti a tutti gli europei: che futuro desideriamo per noi, per i nostri figli, per la nostra Unione? È il momento che gli europei si esprimano, forte e chiaro, sulle questioni che li interessano e sul modo in cui vogliono che siano affrontate dai loro leader.

La consultazione resterà aperta fino al vertice di Sibiu fissato per il 9 maggio 2019 e si iscrive nel più ampio dibattito sul futuro dell'Europa avviato con la pubblicazione il 10 marzo 2017 del Libro bianco sul futuro dell'Europa, frutto di un percorso intrapreso dai membri della Commissione che, viaggiando per tutta l'Europa e ascoltando il parere dei cittadini sui diversi scenari presentati, hanno dato ad ognuno la possibilità di contribuire a modellare l’Unione.

L’iniziativa procederà in parallelo con gli eventi di Dialogo con i cittadini organizzati dalla Commissione europea e dagli Stati membri. Dal 2012 a oggi, infatti, si sono tenuti in 160 città circa 700 dibattiti pubblici interattivi e l’intento della Commissione è organizzare altre 500 occasioni di partecipazione fino alle elezioni di maggio 2019.

Partecipa alla consultazione pubblica