PagoPA nei Comuni dell'area metropolitana di Roma

 

Dispiegamento del sistema dei pagamenti on line dei tributi e adeguamento al nodo PagoPA

Il quadro di riferimento del progetto è dato dall’adesione, da parte di tutte le Pubbliche Amministrazioni, alla piattaforma PagoPA, provvedendo di conseguenza all’adeguamento dei propri sistemi di riscossione al fine di integrarsi con i servizi ed i processi centralizzati nel Nodo dei Pagamenti.

Roma Capitale, accreditata quale Intermediario Tecnologico sul Nodo nazionale dei pagamenti gestito da AgID, intende dispiegare sui Comuni della Città Metropolitana i propri servizi di pagamento che consentiranno ai tutti i cittadini dei Comuni aderenti di usufruire di servizi interattivi (conclusione dell’iter di pagamento per via telematica) anche in modalità multicanale seguendo procedure standardizzate a livello nazionale.

Quarantanove sono i Comuni dell’Area Metropolitana di Roma che attualmente hanno aderito formalmente al progetto attraverso un percorso di co-progettazione strutturato, ma il progetto, che prevede il coinvolgimento, in varie forme, di circa sessanta Comuni, è eventualmente scalabile anche a tutti i centoventi Comuni dell’Area Metropolitana.

Motivazione e obiettivi: 

 

Gli obiettivi del progetto nell’ambito più generale della gestione delle entrate locali sono:

  • la standardizzazione e la dematerializzazione dei processi legati all’intero ciclo della riscossione:
    servizi standardizzati di pagamento accessibili da cittadini e imprese identificati/e ed anonimi/e, su piattaforma web multicanale e multi ente e/o tramite unica infrastruttura per vari canali fisici (SISAL, Lottomatica, ATM, grande distribuzione) o mobili (App, etc.), con creazione e gestione di identificativo univoco del pagamento;
    processi standard e automatici di acquisizione dei dati analitici di pagamento, forniti da tutti gli intermediari della riscossione;
    servizi per consentire l’associazione automatica e manuale dei pagamenti ai crediti, con notifica verso sistemi gestionali di area;  verifica e qualificazione delle somme riversate dagli intermediari, rispetto ai risultati della rendicontazione, con quadrature contabili e monitoraggio dei costi relativi ai diversi servizi;
    assegnazione degli incassi alle diverse poste contabili di bilancio per ogni ente dell’ Area Metropolitana in conformità con quanto richiesto dai bilanci “armonizzati”;
  • l’introduzione del concetto di «solidarietà istituzionale» al fine della riduzione del digital divide tra i Comuni;
  • la creazione di una «Community di innovazione» e ottimizzazione della spesa;
  • la semplificazione dei pagamenti verso la PA, garantendo ai cittadini sicurezza e trasparenza nei costi di commissione;
  • l’ottimizzazione dei meccanismi di riconciliazione e di regolarizzazione delle entrate.
Attività: 

 

Le macro attività previste dal progetto sono:

  • Studio fattibilità e Analisi requisiti
  • Formalizzazione del percorso e della cogestione
  • Realizzazione e start up
  • Studio, analisi e dispiegamento di sistemi di gestione nell’ottica dell’interoperabilità e sistemi di area pienamente integrati

Nel dettaglio saranno svolte le seguenti azioni:

  • studio, analisi e dispiegamento di sistemi di gestione nell’ottica dell’interoperabilità e sistemi di area pienamente integrati;
  • messa a disposizione di know-how per la co-progettazione necessaria alla realizzazione di sistemi di area perfettamente compatibili e pienamente integrati al fine della standardizzazione dei servizi ai cittadini;
  • acquisizione e messa a disposizione di un servizio di "Assessment Smart City" per le attività di Set-Up, Pianificazione e Project Management del progetto, nonché di un supporto tecnico alla creazione e gestione della Rete degli Enti coinvolti (Community) e alla gestione dei rapporti con i fornitori dei Comuni; sviluppo di un modello di gestione unitario e sostenibile dei servizi resi ai Comuni dell’Area Metropolitana;
  • realizzazione dei sistemi co-progettati con gli Enti sia in forma di evoluzione dei sistemi esistenti sia in termini di fornitura di sistemi informativi mancanti attraverso meccanismi di gestione collaborativa dell’innovazione (Community innovazione);
  • acquisizione e messa a disposizione di know-how per la creazione di campagne informative al fine di ottimizzare l’uso dei sistemi e per il supporto tecnico;
  • supporto tecnico da parte di Roma Capitale per le fasi successive allo start-up e al dispiegamento dei sistemi informativi; adeguamento hardware per le necessità di interoperabilità.
Destinatari: 

 

Comuni dell’area metropolitana di Roma Capitale aderenti al progetto.

Modalità di selezione e attuazione dell’esperienza progettuale: 
  • Ricorso a convenzioni CONSIP
Soggetti coinvolti per l'elaborazione e la realizzazione: 

 

Roma Capitale:

  • Dipartimento Trasformazione Digitale Tecnologica;
  • Dipartimento Risorse economiche;
  • Dipartimento Progetti di Sviluppo e Finanziamenti Europei.
Gruppo di lavoro: 
Composizione gruppo di lavoro: 
  • Personale interno all'ente/agli enti appartenente a più unità organizzative
Collaborazioni: 

 

Comuni dell’area metropolitana di Roma Capitale aderenti al progetto attraverso la sottoscrizione di Accordi tra Enti Locali.

Principali output realizzati dall'esperienza: 

    

  • Analisi di fattibilità con recepimento dei fabbisogni espressi dai Comuni.
  • Redazione, stesura e firma degli atti necessari alla formalizzazione dell’adesione al Progetto.
  • Messa in produzione di alcuni pagamenti sui sistemi attualmente in uso a Roma Capitale adeguati ai Comuni dell’Area Metropolitana.
  • Profilazione utenti dei Comuni dell’Area Metropolitana per la messa a disposizione dei servizi di rendicontazione.
  • Attivazione dei primi servizi di cooperazione applicativa.
  • Messa in produzione su NODO PAGO@PA.
  • Collaborazione con i Comuni e con i partner tecnologici attualmente disponibili presso i Comuni stessi per la risoluzione di problemi di implementazione e aggiornamento dei sistemi esistenti.
  • Censimento dei sistemi di area mancanti e proposta per la creazione degli stessi.
  • Collaborazione per l’acquisizione di nuovi sistemi di area e per la creazione di sistemi di avvisatura.
Risultati attesi: 

  

  • Riduzione del digital divide tra i Comuni dell’Area Metropolitana informatizzati più grandi e quelli di dimensioni minori.
  • Semplificazione dei pagamenti dematerializzati verso la PA, garantendo ai cittadini sicurezza e affidabilità e maggiore trasparenza nei costi di commissione.
  • Messa a disposizione di modalità di pagamento semplici e flessibili (carte di credito e debito, a debito in conto corrente postale/bancario, contante) e standardizzate sul territorio dell’Area Metropolitana.
  • Riduzione dei conti correnti e riduzione della relativa spesa di tenuta degli stessi.
  • Riduzione della possibilità di emettere atti di recupero errati.
Risultati raggiunti: 

 

Creazione di una prima rete di co-progettazione per la standardizzazione dei servizi ai cittadini e dei sistemi gestionali, prima fornitura dei servizi integrati e messa in produzione di tali servizi ai cittadini.

Punti di forza: 

 

  • Solidarietà istituzionale: utilizzo da parte di Roma Capitale dei Fondi PON Metro per finanziare il progetto; Roma Capitale quale fornitore di risorse tecniche, organizzative e servizi ai Comuni interessati.
  • Organizzazione di progetto: istituzione di un gruppo di progetto inter-dipartimentale ad hoc di Roma Capitale.
  • Utilizzo di un modello di dispiegamento sostenibile: focalizzazione sulle esigenze e sui fabbisogni specifici di ogni Comune interessato al progetto; utilizzo del Contratto Quadro Consip SGI quale strumento di spesa per velocizzare il dispiegamento ai Comuni; coinvolgimento dei fornitori privati in una logica di partnership al servizio dei Comuni.
Principali criticità: 

 

L’adeguamento a PagoPA rappresenta una grande sfida per gli Enti Locali. Dalle analisi effettuate nel corso del progetto emerge che la maggior parte dei Comuni dell’area metropolitana:

  • non è pronta a recepire tale cambiamento per la scarsa disponibilità di risorse tecniche, finanziarie e organizzative;
  • non ha una piena conoscenza dello strumento in sé ed è «diffidente» nei confronti dei vantaggi che può portare;
  • ha difficoltà ad interfacciarsi con un settore di mercato complesso ed eterogeneo.

Per ovviare a tali criticità Roma Capitale ha predisposto un servizio di assistenza, anche telefonica, con i responsabili dei servizi finanziari dei Comuni, per un confronto utile alla comprensione dei fabbisogni e realizzazione delle attività.

Lezioni: 

 

Risulta indispensabile la condivisione del progetto sia all’interno della propria Amministrazione per consentire ad ogni attore coinvolto di operare al meglio, che all’esterno, verso i Comuni destinatari dell’operazione, attraverso attività di comunicazione ed organizzazione di eventi. Si sono rivelate importanti anche le attività di Project management per il supporto organizzativo al gruppo di progetto.

Trasferibilità: 

 

Elementi di maggiore trasferibilità sono la cooperazione applicativa con i software gestionali delle Amministrazioni aderenti al progetto, i software sviluppati per i singoli tributi locali, i principi di organizzazione dei servizi come scambio di buone pratiche da Roma Capitale ai Comuni aderenti.

Supporto: 
  • Testimonial/relatore nell’ambito di seminari o laboratori per scambio di esperienze
  • Coaching alle amministrazioni che intendono implementare esperienze simili
Esperienza pubblicata il: 07/08/2019
Visualizzazioni: 32

Esperienza in breve

Realizzato da: 
Roma Capitale
Obiettivo Tematico: 
OT2 (Crescita digitale) - RA 2.2
Azione: 
  • 2.2.1
Ambito tematico: 
Infrastrutture immateriali ICT
Data di avvio: 
01/01/2017
Durata prevista: 
36 mesi
Budget programmato: 
€ 1.277.000,00
Programma: 
PON Città Metropolitane 2014 – 2020
Fonte di finanziamento: 
FESR

Modalità di scambio attivabili

Seminari e Laboratori
Coaching

Per ottenere maggiori informazioni sulle modalità di trasferimento di questa esperienza o per essere messi in contatto con i referenti

Compila il form per ottenere maggiori informazioni e chiedere di partecipare a seminari, webinar informativi, laboratori o attività di coaching.