Piattaforma Edilizia e Ambiente - WebRU

 

Il Comune di Firenze ha realizzato la piattaforma WebRU per la visualizzazione interattiva del Regolamento Urbanistico e del Piano Strutturale, in modalità responsive.

Una peculiarità del sistema è di poter essere utilizzato per integrare e far evolvere gli strumenti urbanistici pregressi, mostrando così l’evoluzione del tessuto urbano nei decenni.
Firenze ad esempio sta lavorando all’inserimento dei Piani Urbanistici dal 1924 in poi.

Il sistema è composto anche da web service in standard Open Geo Spatial Consortium che permettono di esporre in cooperazione applicativa i layer verso sistemi terzi (es verso lo Sportello Edilizia online di un Ente).

La piattaforma include il servizio “WebRUcertifica” che consente la richiesta online dei certificati di destinazione urbanistica (CDU) del Regolamento Urbanistico. Un’apposita interfaccia permette l’inserimento della richiesta su base catastale per la produzione di un una delle tipologie di certificato previsto:

  • contratti o altri atti di trasferimento di diritti reali (art.30 DPR 380/0)
  • altro uso
  • storico

La richiesta prevede l’effettuazione del pagamento, comprensivo di imposta di bollo e di servizi di segreteria.

Motivazione e obiettivi: 

 

Il Comune di Firenze eroga servizi online da oltre dieci anni e l’area edilizia/ambiente/urbanistica rappresenta una di quelle con maggiore utenza e maggior richiesta di digitalizzazione. Nonostante ciò, l’offerta di servizi digitali in questo settore è stata costituita soprattutto da un dialogo tramite PEC e da pochi servizi online basati su una piattaforma datata, con frequenti problematiche di stabilità. La maggior parte della documentazione - oggetto di richiesta nelle istanze - era in forma cartacea, elemento che ha limitato le potenzialità di offerta di servizi digitali.

Il territorio ha più volte manifestato la necessità di un potenziamento dell’offerta digitale, esigenza che l’Ente stesso ha recepito ed oggi ha la possibilità di soddisfare.

Analoghe esigenze e conseguentemente interesse hanno manifestato gli enti di cintura coinvolti e che già hanno riusato o sono in procinto di riusare il sistema, come il Comune di Fiesole, Pontassieve, Pelago, Rufina, Unione Comuni del Mugello.

Attività: 

 

La realizzazione della piattaforma WebRU ha seguito una prima fase realizzativa con l’aggiudicazione della fornitura di gara, per poi arrivare ad una messa in esercizio della stessa piattaforma, a cui è seguito l’avvio del modulo di certificazione di Destinazione Urbanistica, ed in parallelo i primi processi di riuso con enti di cintura.

Al momento sul sistema WebRU sono in corso attività di riuso di WebRU in altri enti del comprensorio, mediate da Linea Comune S.p.A. (società in-house del Comune di Firenze, Città Metropolitana di Firenze e altri 22 Enti locali).

In particolare, la situazione di dispiegamento al 31/12/2018 è la seguente:

Sistema installato e in uso su Web o internamente agli Uffici:

  • Comune di Fiesole
  • Comune di Pelago
  • Comune di Pontassieve

Azioni propedeutiche all’installazione in corso:

  • Comune di Londa
  • Comune di San Godenzo
  • Comune di Rufina
  • Comune di Tavarnelle Val di Pesa
  • Unione dei Comuni del Mugello
Destinatari: 

 

Il target di riferimento sono i professionisti siano essi geometri, architetti, ingegneri, periti, o gli stessi cittadini, che si troveranno ad avere esigenze di visualizzazione dei vincoli del Regolamento Urbanistico del proprio territorio.

Modalità di selezione e attuazione dell’esperienza progettuale: 
  • RDO su MEPA
Soggetti coinvolti per l'elaborazione e la realizzazione: 

 

Le attività sono state affidate alla società Geosystems s.r.l., mentre la società in-house Linea Comune S.p.A. ha curato il riuso presso gli enti di cintura.

Gruppo di lavoro: 
Composizione gruppo di lavoro: 
  • Personale interno all'ente ed esterno (consulenti)
Collaborazioni: 

 

Direzione Urbanistica e Sistemi Informativi del Comune, Linea Comune S.p.A.

Principali output realizzati dall'esperienza: 

 

Output del progetto è la realizzazione del portale per la pubblicazione degli strumenti urbanistici nelle sue due componenti: geografica e normativa.

Il portale si caratterizza infatti per la presenza di servizi OGC (WMS e TMS) destinati alla fruizione da parte dei liberi professionisti e cittadini dei contenuti geografici degli strumenti urbanistici e allo stesso tempo include funzioni di consultazione delle regole e delle norme che insistono sui vari settori del territorio.

Risultati attesi: 

 

Realizzazione di servizi digitali ai cittadini ed ai professionisti, anche tramite l’esposizione di dati in formato aperto, per la visualizzazione di atti di regolamento urbanistico del territorio.

La piattaforma WebRU nel corso del 2018 ha totalizzato un numero di 23.305 utenti unici e 191.156 visualizzazioni di pagina.

Risultati raggiunti: 

 

Possibilità per i professionisti e cittadini di visualizzare su device mobili e dal proprio studio gli strati informativi georiferiti del Regolamento Urbanistico comunale, implicando una semplificazione dell’accesso a informazioni e documenti del Comune e dunque un risparmio di tempo dell’utente.

WebRU consente agli utenti di produrre in maniera automatica i certificati di destinazione urbanistica. Tali certificati si contraddistinguono per avere una geometria associata.

È inoltre possibile avere la rappresentazione dei certificati sul territorio, utile a monitorare in maniera immediata le attività urbanistiche in corso sul territorio.

Punti di forza: 

 

La progettazione di dettaglio è stata il punto di forza dell’esperienza progettuale.

Il portale WebRU presenta un’interfaccia user friendly e una grafica accattivante; la progettazione della componente dati è stata ispirata al principio dell’omogeneizzazione dei dati urbanistici in modo da agevolare anche un confronto dei dati a livello sovracomunale.

Il portale si contraddistingue per due elementi innovativi:

  • Possibilità per gli utenti di visualizzare e consultare i dati urbanistici anche per periodi pregressi;
  • Integrazione di servici OGC tramite i quali si permette all’utenza pubblica e privata di visualizzare lo stesso patrimonio informativo.
Principali criticità: 

 

Si segnala come unico punto di attenzione la progettazione dell’integrazione di WebRU con i sistemi informativi dei vari enti (es. protocollo).
Tali difficoltà sono state superate conducendo un’analisi aggiuntiva sia sulle peculiarità dei sistemi specifici degli enti che sulle corrispondenti banche dati.

Lezioni: 

 

Si consiglia di considerare fondamentali per l’avvio delle attività di progettazione i seguenti aspetti:

  • Presenza di basi dati con alcune informazioni fondamentali quali: via e numeri civici, catasto;
  • Presenza di Regolamenti Urbanistici;
  • Disponibilità della Carta Tecnica Regionale;
  • Infrastruttura tecnologica - proprietaria o messa a disposizione da parte di altri attori / enti - caratterizzata dalle seguenti componenti open source: GEOSERVER, GEOWEB cache, Database PostGres con estensione PostGIS.
Trasferibilità: 

 

Si ritengono essenziali per la trasferibilità dell’esperienza i seguenti elementi:

  • disponibilità un’infrastruttura per la gestione dei dati e servizi geografici;
  • avvio di attività di comunicazione e formazione sul tema rivolte sia al personale interno all’Ente che all’utenza finale.

Il Comune di Firenze ha tenuto una serie di incontri con i collegi degli ordini professionali al fine di promuovere l’adozione di WebRU e sponsorizzare lo strumento anche presso i Comuni limitrofi.

Supporto: 
  • Testimonial/relatore nell’ambito di seminari o laboratori per scambio di esperienze
Esperienza pubblicata il: 17/04/2019
Visualizzazioni: 63

Esperienza in breve

Realizzato da: 
Comune di Firenze
Obiettivo Tematico: 
OT2 (Crescita digitale) - RA 2.2
Azione: 
  • 2.2.2
Ambito tematico: 
Ecosistemi
Servizi digitali
Data di avvio: 
01/01/2015
Durata prevista: 
72 mesi
Budget programmato: 
€ 53.680,00
Programma: 
PON Città Metropolitane 2014 – 2020
Fonte di finanziamento: 
FESR

Modalità di scambio attivabili

Seminari e Laboratori

Per ottenere maggiori informazioni sulle modalità di trasferimento di questa esperienza o per essere messi in contatto con i referenti

Compila il form per ottenere maggiori informazioni e chiedere di partecipare a seminari, webinar informativi, laboratori o attività di coaching.