Tributi locali: servizi di portale

 

La Città di Torino intende realizzare il Fascicolo del Contribuente adottando un nuovo approccio che prevede la realizzazione di servizi multicanale e "responsive".
Si prevede pertanto la realizzazione di servizi di consultazione ed accesso ai dati di visura relativi ai tributi IMU, TARES/TARI (IUC) ed al loro collegamento alle facility offerte dalla piattaforma "PiemontePay" per il pagamento degli stessi, laddove consentito. Il Fascicolo del Contribuente si fonda sulle sinergie e sull'integrazione da un lato con le infrastrutture immateriali nazionali (SPID, Nodo nazionale SPC, ecc.), dall’altro con le componenti applicative e infrastrutturali il cui sviluppo è previsto nel contesto dell'Agenda Digitale del Piemonte (e dei finanziamenti POR FESR ad essa destinati).

La soluzione si propone l'obiettivo di essere, a tendere, il principale strumento di interazione fra Cittadino ed Ente Impositore per quanto riguarda gli adempimenti fiscali, annullando nei fatti la distanza fra i due soggetti e garantendo quindi risparmi al cittadino sia in termini di tempi sia di costi.

Motivazione e obiettivi: 

 

La Città di Torino ha già avviato da tempo un percorso di rinnovamento dell'asset applicativo gestionale al fine di dotare la propria organizzazione di strumenti di nuova generazione abilitanti, tra l'altro, rispetto alle indicazioni circa l'erogazione multicanale di servizi al cittadino. Nel percorso evolutivo tuttora in via di realizzazione, il Fascicolo del Contribuente si fonda sulle sinergie e sull'integrazione da un lato con le infrastrutture immateriali nazionali (SPID, Nodo nazionale SPC, ecc.), dall'altro con le componenti applicative e infrastrutturali il cui sviluppo è previsto nel contesto dell'Agenda Digitale del Piemonte (e dei finanziamenti POR FESR ad essa destinati). All'interno del percorso di realizzazione di questa nuova generazione di servizi si colloca lo step di svecchiamento dell'asset gestionale di back end della Città di Torino.
L'obiettivo principale dell'iniziativa è realizzare servizi al cittadino che saranno resi disponibili in modalità multicanale e "responsive” con particolare attenzione alle potenzialità offerte dai dispositivi mobile (uso di tablet, smartphone e simili) e all'impiego di un nuovo paradigma che vede il cittadino al centro delle informazioni con un ruolo ribaltato rispetto a quello tradizionale, onde superare le criticità presenti nelle classiche modalità di fruizione allo sportello.

Attività: 

 

L'intervento prevede le seguenti macro attività:

  • integrazione con la piattaforma di interoperabilità prevista nell'ambito delle azioni dell'Agenda Digitale della Regione Piemonte, in relazione alle esigenze di comunicazione fra le diverse componenti di Back End ed il modulo che implementerà il vero e proprio Fascicolo del Contribuente;
  • riuso di componenti sviluppate nell'ambito dei servizi per le imprese e per i Cittadini, sempre ricompresi tra le azioni del Piano di Informatizzazione di Regione Piemonte; - intervento di aggiornamento, sostituzione ed adeguamento funzionale degli Asset di Back End.
Destinatari: 

 

I principali destinatari delle azioni proposte sono le Pubbliche Amministrazioni Locali che potranno beneficiare dei vantaggi derivanti da una più facile ed efficace gestione della fiscalità locale e dell'interazione con il contribuente a cui si aggiungeranno, a tendere, tutti i cittadini residenti e/o contribuenti dell’area metropolitana, le imprese e le famiglie.

Modalità di selezione e attuazione dell’esperienza progettuale: 
  • Affidamento in house
Soggetti coinvolti per l'elaborazione e la realizzazione: 

   

  • Comune di Torino
  • CSI Piemonte
  • Altri soggetti: il Comune di Torino ha ottenuto in riuso dalla Città di Firenze la piattaforma di back end prevista nel progetti; CSI Piemonte per la realizzazione del progetto utilizza affidamenti derivanti dalle Convenzioni Consip.
Gruppo di lavoro: 
Composizione gruppo di lavoro: 
  • personale interno al Comune di Torino, personale del CSI Piemonte (soggetto in-house) e dei soggetti affidatari individuati da CSI attraverso le Convenzioni CONSIP
Collaborazioni: 

 

Città di Torino ha attuato il riuso della piattaforma applicativa dal Comune di Firenze.

Principali output realizzati dall'esperienza: 

 

I principali output di progetto sono:

  • la piattaforma applicativa multitenant per la gestione della fiscalità locale in ambiente cloud pubblico del CSI Piemonte
  • il porting sulla nuova piattaforma di tutte le basi dati della fiscalità locale della Città
  • l'integrazione dei dati tributari con le altre basi dati comunali (edilizia, commercio, toponomastica, anagrafe)
Risultati attesi: 

 

Impianto della piattaforma ottenuta in riuso parametrizzazione della componente Imposta di soggiorno impianto della componente CIMP, migrazione dei dati, realizzazione di componenti evolutive impianto della componente COSAP, migrazione dei dati, realizzazione di componenti evolutive impianto della componente TARI, migrazione dei dati, realizzazione di componenti evolutive armonizzazione delle diverse componenti e migrazione sul cloud Nivola del SI Piemonte.

Risultati raggiunti: 

 

In corso

Punti di forza: 

 

Principali punti di forza sono:

  • il riuso della piattaforma complessiva tra Città;
  • l'evoluzione verso il cloud;
  • la possibilità di far dialogare la piattaforma con il front end realizzato dalla Città per i servizio verso cittadini e imprese (TorinoFacile).
Principali criticità: 

 

Nella fase di avvio progettuale è stato fatto uno studio comparativo delle diverse soluzioni adottabili che ha portato a identificare come soluzione ottimale l'acquisizione in riuso della soluzione della Città di Firenze. Questa fase iniziale è stata piuttosto lunga, pertanto il progetto di evoluzione alla nuova piattaforma è stato avviato solo a metà 2019.

Lezioni: 

 

L'analisi delle alternative per la sostituzione di soluzioni complessive sull'ambito tributi di una città necessità di tempi adeguati e anche la fase attuativa degli aspetti amministrativi ai fini del riuso richiede un certo tempo, pertanto i tempi di effettivo avvio del progetto di migrazione non possono essere brevi.

Trasferibilità: 

 

In fase di definizione.

Supporto: 
  • Testimonial/relatore nell’ambito di seminari o laboratori per scambio di esperienze
  • scambio di documentazione tecnica
Esperienza pubblicata il: 20/12/2019
Visualizzazioni: 20

Esperienza in breve

Realizzato da: 
Comune di Torino
Obiettivo Tematico: 
OT2 (Crescita digitale) - RA 2.2
Azione: 
  • 2.2.2
Ambito tematico: 
Ecosistemi
Infrastrutture immateriali ICT
Data di avvio: 
01/07/2017
Durata prevista: 
42 mesi
Budget programmato: 
€ 1.300.000,00
Programma: 
PON Città Metropolitane 2014 – 2020
Fonte di finanziamento: 
FESR

Modalità di scambio attivabili

Seminari e Laboratori

Per ottenere maggiori informazioni sulle modalità di trasferimento di questa esperienza o per essere messi in contatto con i referenti

Compila il form per ottenere maggiori informazioni e chiedere di partecipare a seminari, webinar informativi, laboratori o attività di coaching.