Social Media Policy

 

La social media policy esterna illustra all’utenza le regole di comportamento da tenere negli spazi digitali di presidio dell’Amministrazione e illustra quali social sono attivi, la tipologia di contenuti e le modalità di interazione insieme alle regole di comportamento da tenere sui canali gestiti dall’Amministrazione.

Con l’apertura e la gestione dei canali social Facebook e Twitter “OT11 OT2 Rafforzamento della capacità amministrativa e digitalizzazione della PA”, l’Amministrazione intende rafforzare la propria presenza
digitale e fornire un canale ulteriore per diffondere informazioni, promuovere iniziative ed eventi su temi di interesse, raccogliere suggerimenti e richieste di approfondimento da parte degli interlocutori.
I canali social attivi sono:

  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube

L’Amministrazione utilizza i social media con finalità istituzionali e di interesse generale per informare, comunicare notizie sui progetti e sulle attività OT11 OT2, e per favorire la partecipazione nell’ottica della trasparenza e della condivisione.

I contenuti pubblicati sui canali social sono elaborati per informare i cittadini sui progetti, sulle iniziative e sulle principali attività del Comitato di Pilotaggio che possono comprendere:

  • Comunicazioni sulle attività e sui Progetti OT11 OT2;
  • Pubblicazioni, documenti ufficiali e novità sulle normative;
  • Notizie, articoli e documentazione inerenti i temi OT11 OT2, la politica di coesione, il suo contesto di
  • riferimento e la sua attuazione;
  • Informazioni su iniziative ed eventi di interesse;
  • Notizie e iniziative relative ai beneficiari;
  • Informazioni di interesse generale sui temi coerenti con il Rafforzamento della Capacità Amministrativa e l’Agenda digitale.

I canali social OT11 OT2 producono propri contenuti testuali, fotografie, infografiche, video e altri materiali multimediali che sono da considerarsi in licenza Creative Commons CC BY-ND 3.0 [Attribuzione – Non opere derivate http://creativecommons.org/licenses/by-nd/3.0/it/deed.it]: pertanto possono essere condivisi, ma devono essere sempre accreditati al canale originale di riferimento, ovvero va riconosciuta una menzione di paternità, con un link alla licenza indicando se sono state effettuate modifiche.

L’Area di Comunicazione che gestisce i canali social, oltre alla produzione di contenuti propri, potrà scegliere di rilanciare contenuti coerenti postati da soggetti terzi previa verifica dell’attendibilità della fonte.
La redazione non è responsabile dell’eventuale presenza di spazi pubblicitari a margine dei contenuti pubblicati, gestita in autonomia dai social network.
I canali social vengono moderati dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 17.00 e per ciò che concerne le informazioni fornite dai moderatori delle pagine, si precisa che non esistono tempi minimi o massimi di
risposta, e che le stesse vanno intese come elementi di facilitazione all’accesso ai canali informativi ufficiali.
In conseguenza di ciò, e per evidenti ragioni di tutela della privacy, non potranno essere trattati casi personali relativi a richieste personali specifiche, ma saranno fornite e ribadite informazioni generali di interesse comune.
I profili social sono aperti a commenti e domande, purché espressi in modo corretto, misurato e pertinente.

Non sono ammessi commenti o domande contenenti:

  • Informazioni personali e dati sensibili che possono causare danni o ledere la reputazione a terzi;
  • Qualsiasi forma di pubblicità e promozione di interessi privati, o propaganda politica;
  • Contenuti classificabili come spam e non pertinenti (off topic);
  • Violazioni del diritto d’autore o utilizzo non autorizzato di marchi registrati;
  • Contenuti con linguaggio inappropriato, discriminatorio, offensivo e violento, o di incitamento a compiere attività illecite;
  • Contenuti ingannevoli, allarmistici, o a carattere osceno, tali da offendere la morale comune e la sensibilità degli utenti;

Gli amministratori si riservano di cancellare o di non rispondere a eventuali contenuti volgari, offensivi, che violano copyright, diritti di proprietà intellettuali, privacy di altre persone, oppure a quelli fuori tema,
informazioni infondate, messaggi pubblicitari o di propaganda di ogni genere veicolati sotto forma di "risposta" ai contenuti pubblicati dall'account.
Qualora le comuni regole di buona educazione non venissero rispettate il l commento potrà essere rimosso, e in casi gravi il profilo in questione potrà essere segnalato a Facebook.

I dati sensibili contenuti in post o commenti all’interno del profilo social verranno rimossi. I dati condivisi dagli utenti attraverso eventuali messaggi diretti inviati alla struttura redazionale saranno trattati in
conformità con il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) (approvato con Regolamento UE 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 e applicabile a decorrere dal 25 maggio 2018.

Gli utenti potranno rivolgere le loro segnalazioni a: comitatopilotaggio@governo.it
Eventuali modifiche alle policy saranno comunicate ai proponenti e indicate in nota nel presente documento.